mercoledì 28 ottobre 2020
14.05.2012 - redazione

Diano Marina: iniziati i controlli degli allacci fognari dei privati.

Il guasto alla fognatura in via Genova dell'altra notte, prontamente riparato dagli operai del Comune coordinati da Valter Regis e dall'Assessore Bruno Manitta, ripropone con forza il problema della fragilità della rete fognaria di Diano Marina. Previste pesanti sanzioni, fino a 60mila euro, per chi non sia in regola.

Il guasto alla fognatura in via Genova dell'altra notte, peraltro prontamente riparato dagli operai del Comune coordinati da Valter Regis e dall'Assessore Bruno Manitta, ripropone con forza il problema della fragilità della rete fognaria di Diano Marina.

Se da un lato si lavora per cercare fondi da destinare a una revisione complessiva della rete e dall'altro si investe in interventi mirati (nella prossima settimana partiranno i lavori di tombinatura in via Cavour), occorre che anche la cittadinanza, in particolare i proprietari di immobili e gli Amministratori dei Condomini, intervengano per verificare se i propri impianti sono a norma e correttamente allacciati: in questo senso si esprimeva in dicembre l'ordinanza del vice Sindaco Cristiano Za Garibaldi, che invitava "ad effettuare il controllo degli scarichi delle acque reflue domestiche e/o assimilate dei propri immobili provvedendo, ove si riscontri l'allacciamento dei medesimi alla rete fognaria di smaltimento delle acque meteoriche anziché alla rete di smaltimento delle acque reflue urbane, ad effettuare il corretto allaccio a quest'ultima, previa richiesta di autorizzazione al Comune di Diano Marina", peraltro con una multa, per chi si fosse eventualmente autodenunciato, di soli 500 euro.

Non essendosi presentato nessuno ad autodenunciarsi ed essendo chiaro che il problema delle fognature è principalmente dovuto agli allacci, non corretti da parte di alcuni, di acque reflue domestiche nel sistema di smaltimento delle acque meteoriche, il Comune di Diano Marina ha deciso di far iniziare i controlli da parte del Corpo di Polizia Municipale. E' ovvio che, qualora venissero scoperti allacci non coerenti, le sanzioni sarebbero salatissime, dai 12 ai 60mila euro.

"Avremmo voluto evitare - spiega il vice Sindaco di Diano Marina, Cristiano Za Garibaldi - di dover ricorrere a questi sistemi. Da quando ci siamo insediati abbiamo cercato di governare come il buon padre di famiglia, senza forzature e cercando di trovare la miglior soluzione per tutti, nell'interesse dei Cittadini. Ora, però, non pensiamo sia più possibile aspettare, il tempo lo abbiamo dato. Nei prossimi giorni inizieremo i controlli. Nel frattempo, per tentare un'ultima volta di evitare gravi ammende, convocheremo gli Amministratori di Condominio per sensibilizzarli al problema".

"C'è da dire - conclude Za Garibaldi - che il problema è stato trascurato da tutte le precedenti Amministrazioni Comunali. Intervenire ora è sicuramente complicato, ma necessario, per cercare di salvaguardare la stagione turistica ormai alle porte. Anche per questo motivo, l'Amministrazione Chiappori ha sempre richiesto - per le DIA e i permessi di costruire sin qui rilasciati - che venissero realizzate opere a scomputo che riguardassero soprattutto la rete fognaria".

 

Files:
ordinanza 264 201194 K

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo