martedì 21 novembre 2017
09.10.2012 - V.G.

Mare Sicuro 2012: i dati della Guardia Costiera

Presentati nel pomeriggio di sabato 6 ottobre u.s., durante una conferenza stampa tenuta al Salone Nautico di Genova, i dati dell'attività operativa estiva della Guardia Costiera.

Anche quest’anno, in base ai dati raccolti dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, i mari e i grandi laghi della penisola sono stati pattugliati, nel corso di tutta la stagione estiva, da 3000 uomini e donne della GuardiaCostiera - impegnati nell'operazione “Mare Sicuro”- che con I'ausilio di 300 gommoni hanno garantito una maggiore sicurezza a tutti coloro che hanno scelto il mare per trascorrere le proprie vacanze, assicurando rapidi interventi in caso di emergenze e limitando comportamenti potenzialmente pericolosi.

Grazie anche a una costante attività informativa condotta con ogni mezzo di comunicazione (RTL 102.5 Radio Guardia Costiera, web, trasmissioni televisive e radiofoniche, campagne promozionali nelle scuole, Spot sul Numero Blu "1530”, articoli di stampa), i soccorsi nel diporto sono diminuiti rispetto al 2011 passando dalle 3019 alle 2822 persone salvate in mare nel 2012, mentre gli interventi di soccorso ad unità da diporto sono rimasti pressoché costanti –  930 nel 2011 e 946 quest'anno

In controtendenza gli incidenti ai subacquei, con 14 decessi contro i 5 dello scorso anno.

Sul fronte della balneazione l'estate appena trascorsa ha fatto registrare un decremento sostanziale su base nazionale di incidenti mortali - 100 rispetto ai 147 dello scorso anno - dei quali 45 dovuti a malori sanitari e non a comportamenti errati . Tornando al diporto nautico, in questo 2012 vi sono state solo 13 collisioni (contro le 34 del 2011) e pochissimi, 12, anche gli incendi a bordo (26 nel 2011).

Per i dati sui soccorsi effettuati sul Lago Maggiore e sul Garda, le cui Motovedette dipendono dalla Capitaneria di Porto di Genova, le unità assistite sono state, rispettivamente 16 e 40 mentre lo scorso anno gli interventi erano stati 13 per il Lago Maggiore e 17 per il Garda. 60 le persone soccorse nel 2012 sul lago Maggiore contro le 35 dello scorso anno, mentre sul lago di Garda rispettivamente 155 nella stagione appena conclusa contro 1275 del 2011 (ha inciso il salvataggio di oltre mille persone rimaste bloccate su una piccola isola a causa delle cattive condizioni metereologiche). Infine, per quanto concerne il numero di decessi per annegamento, sul lago Maggiore sono stati 3 a fronte di 6 dello scorso anno, mentre sul Garda si sono avuti 12 annegati contro i 4 del 2011

Nello specifico, per la Capitaneria di Porto di Imperia, è stato prestato soccorso/assistenza a 7 unità da diporto con 23 persone soccorse/assistite; si sono registrati 5 decessi, tutti imputabili ad arresto cardiaco.

Sono stati effettuati in tutta l’area di competenza della Capitaneria di Porto di Imperia N° 540 controlli in materia di pesca/filiera della pesca, diporto, ordinanza balneare, tutela dei bagnanti, sicurezza della navigazione, tutela ambiente marino e prevenzione inquinamenti, vigilanza sul demanio marittimo.

Le unità navali assegnate  hanno effettuato  450 ore  di moto complessive  e le autovetture impiegate lungo la costa di giurisdizione hanno percorso, nello stesso periodo,  2.000 Km.

Particolarmente significativa è stata l’attività di contrasto alla pesca di frodo e di difesa dell’eco-sistema marino che ha prodotto:

·           N. 25 Notizie di Reato per violazioni sul demanio marittimo, per innovazioni abusive non autorizzate, interventi non autorizzati in area sottoposta a vincolo paesaggistico, violazioni edilizie, per le quali 32 persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria;  

·           N. 1 Notizia di Reato per inosservanza dell’art 1231 Codice Navigazione (Sicurezza della Navigazione);

·           N. 6 Notizie di Reato in campo ambientale, per violazioni di norme  del Codice dell’Ambiente (D.Lgs n. 152/2006) per attività di gestione di rifiuti non autorizzata, abbandono di rifiuti e mancata autorizzazione agli scarichi;

·           N. 3 Sequestri penali in materia di inquinamento, pesca e demanio marittimo;

·           N° 21 Processi Verbali di illecito amministrativo in materia di diporto (navigazione entro 200 mt dalla costa, condotta di natante da diporto con fotocopia di documentazione di bordo non autenticata, ormeggio in zona non consentita, violazione limite di velocità di 10 nodi entro 1000 mt dalla costa), per violazione art. 1174 (inosservanza di norme di polizia), ordinanza balneare, sicurezza della navigazione; sequestrati n° 2 fucili da sub e n° 1 boa di segnalamento.-   

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo