sabato 22 luglio 2017
13.07.2012 - Alessandra Chiappori

Il cinema d'animazione italiano a Cervo

L'associazione no profit Proxima propone la seconda edizione di Mostriamo il cinema: ospite speciale Gibba, l'animatore alassino

La locandina di "mostriamo il cinema"

Sarà tutta dedicata al cinema d’animazione italiano la seconda edizione di “Mostriamo il cinema”, la rassegna che l’associazione imperiese Proxima ha allestito a Cervo dal 9 al 14 luglio. E si tratterà di un omaggio a una delle più grandi figure del disegno animato nazionale, Francesco Maurizio Guido in arte Gibba, alassino e autore, tra le altre cose, del primo cortometraggio animato neorealista “L’ultimo sciuscià”.

Mostriamo il cinema, fedele al suo nome, ha inaugurato lunedì 9 luglio alla Ca’ di nonna Teresa, un suggestivo angolo, a ridosso della chiesa dei Corallini (Piazza Alassio 1) la mostra dedicata proprio a Gibba: “Gibba, mezzo secolo di animazione”. Classe 1984, Gibba dal 1942 non smette di disegnare, dipingere e scrivere, in 70 anni di carriera ha realizzato lungometraggi, caroselli, titoli di testa, serie animate per la tv. In mostra sono esposti alcuni suoi lavori: disegni, storyboards e cell – i fogli acetati che costituiscono la base per la ripresa animata – di “Il racconto della Jungla”, “L’ultimo sciuscià”, “Semplicino”, “Motorino”, “Il nano e la strega”, “Braccio di ferro”, “La Pantera Rosa”, “Scandalosa Gilda”. L’inaugurazione è stato anche il momento per presentare l’ultimo lavoro letterario di Gibba - “Sina – Je m’en fiche!” – alla presenza di Roberto Trovato, docente di drammaturgia al Dams di Imperia, e dell’attore Eugenio Ripepi.

La manifestazione continuerà quindi con due serate di conferenze, dibattito, ospiti e proiezioni di cartoni animati italiani. Si parte oggi, venerdì 13 alle ore 21, al Castello Clavesana (Piazza Santa Caterina 2, Cervo) con “Fare animazione oggi: le tecniche, gli sbocchi, i nuovi media”. Interverranno Giorgio Bellasio, animatore di film quali “Donkey Xote”, “Totò Sapore e la magica storia della pizza” e “Opopomoz”, Marco Pavone, animatore dei film “Zero Zero” e “Extra 3D” oltre a molti videoclip per musicisti quali Coolio, Edoardo Bennato, Caparezza, i Subsonica, Luca Carboni, Le Vibrazioni, e Matteo Valenti, sceneggiatore di serie animate Rai quali “Il mondo di Stefi” e “Teen Days” e attualmente al lavoro su un progetto animato ispirato a “Crêuza de mä” di Fabrizio De Andrè. Al termine della conferenza verrà proiettato in anteprima il film d’animazione “Zero Zero” di Marco Pavone alla presenza del regista, disponibile a rispondere alle domande del pubblico.
La seconda serata di approfondimento sarà invece domani, sabato 14 luglio ore 21.00 con “Storia dell’animazione italiana”. Attraverso i lavori di Gibba, si ripercorreranno le tappe principali dell’animazione italiana: gli esordi, Carosello, SuperGulp! Fumetti in TV, i programmi RAI, il cinema d’animazione, i cortometraggi. Oltre a Gibba, interverranno il critico e storico del cinema Claudio Bertieri e la semiologa Alessandra Chiappori. Al termine della conferenza verranno proiettati cortometraggi animati di Gibba, disponibile a rispondere alle domande del pubblico e a firmare autografi.
Entrambe le serate sono a ingresso libero e gratuito.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo