lunedì 25 settembre 2017
08.02.2015 - Lilia De Apollonia

Il ricordo di Franco Poggio, l'uomo che "inventò" il Kursaal

  E' stato un sabato triste, il 7 febbraio, per tanti ragazzi ed ex-ragazzi che hanno frequentato per anni il Kursaal: Franchino Poggio, il patron del locale più amato del ponente se n'è andato, poco più che sessantenne, dopo aver lottato contro il male che sembrava aver sconfitto.

Per più di una generazione il bel locale affacciato sul mare di Bordighera ha rappresentato un punto di riferimento costante, e l'anima di tante serate era proprio Franchino. Il suo sorriso, la gentilezza, la generosità, doti rare in un ambiente difficile e duro, rimarranno nel ricordo di tutti.
 Era elegante, fine,un vero signore, non ruvido come tanti liguri, con doti di imprenditore che si sono rivelate negli anni..
Una grande festa aperta aveva ricordato i 28 anni e poi i trenta del locale, feste che Franchino e Tommy Osella, che da una quindicina dì anni affiancava Franco, avevano regalato ad amici e clienti, e a chi era passato in quelle serate. Al Kursaal, gestione Poggio, si erano anche esibiti grandi nomi. Come Gino Paoli, Bruno Lauzi e Cristiano De Andrè, della canzone d'autore, ma anche personalita' dello spettacolo e comici del Drive in.

E poi una sera d'astate la festa di compleanno di Umberto Smaila e Claudia Peroni, amici personali di Franco. Se il tempo è scorso via  veloce, il  Kursaal è rimasto un luogo al di la dei facili e brevi successi, sempre gettonatissimo, grazie proprio all'amabilità e alla capacità del proprietario;.il testimone è passato a Tommy che in Franchino aveva trovato quasi un padre, un insegnamento costante.
Una cerimonia per ricordare Franco Poggio  si terrà in data ancora da decidere, nei prossimi giorni.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo