lunedì 17 febbraio 2020
11.07.2012 - G.P.

Consiglio comunale di San Bartolomeo al Mare: chiuso il bilancio 2011 con un avanzo disponibile di 426.000€.

Approvati tutti i punti all'ordine del giorno, non è mancato il dibattito politico.

Nella seduta di Consiglio Comunale di ieri sera sono stati approvati tutti i punti inseriti all'ordine del giorno, dal Conto Economico Consuntivo del 2011 allo schema di convenzione aggiornata tra i Comuni di Cervo, San Bartolomeo al Mare e Villa Faraldi per la gestione dell'impianto di pretrattamento delle acque e di depurazione, dal nuovo schema di convenzione per l'esercizio in forma associata delle funzioni fondamentali nel Settore di Polizia Locale al nuovo schema di convenzione tra il Comune e l'Amministrazione Provinciale di Imperia per la gestione 2012 dell'Ufficio IAT. Il Consiglio ha confermato la maestra Vera UGO quale rappresentante del Comune presso l'Asilo Infantile "Maria SS della Rovere". La seduta, presieduta dal vice Sindaco Valerio Urso, causa l'assenza per impegni di famiglia del Sindaco Adriano Ragni, è stata come sempre assai dibattuta, in particolare, in riferimento alla questione della copertura finanziaria dell'acquedotto: "Sul "minimo tariffario" - ha spiegato Valerio Urso - la minoranza ha detto alcune inesattezze. Negli anni scorsi, questa misura è stata tolta su imposizione del CIPE, mentre la minoranza ha sostenuto ieri che questa è invece stata una scelta dell'Amministrazione Comunale. Non è vero, noi non potevamo comportarci diversamente, e per far ricredere il Ministero e il CIPE abbiamo anche promosso una interrogazione parlamentare al riguardo. Lo stesso Assessore Ornella Arimondo -conclude Urso- è andata personalmente a Roma per perorare la nostra causa, che è quella di tutti i comuni turistici, purtroppo senza esito". L'abolizione del "minimo tariffario" costa al Comune di San Bartolomeo al Mare circa 400mila euro all'anno.
Il bilancio consuntivo 2011 è stato chiuso in linea con gli esercizi precedenti, con un avanzo disponibile di 426mila euro. Dal prossimo 1° gennaio anche San Bartolomeo al Mare dovrà entrare nel Patto di Stabilità, è verosimile che l'Amministrazione Comunale deciderà di investire questo avanzo disponibile in lavori (viabilità, arredo urbano, sottoservizi, ecc.) da farsi prima del 31 dicembre.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo