venerdì 22 settembre 2017
09.01.2013 - REDAZIONE

"La candidatura di Donatella Albano premia la lotta per la legalità"

Queste le parole del consigliere regionale in quota Pd Giancarlo Manti sulla scelta del Partito di Bersani di porre la politica ponentina quale capolista al Senato nelle prossime elezioni politiche.

La scelta di Donatella Albano, come capolista al Senato del Partito 
Democratico, premia la battaglia per la legalità da lei portata avanti 
in questi anni. E' stata la prima esponente politica a denunciare 
pubblicamente, in qualità di consigliere comunale e Presidente del PD 
provinciale, le infiltrazioni mafiose nei comuni del ponente ligure. 
Dalle sue prese di posizione, è partito l'iter che ha condotto allo 
scioglimento del Consiglio comunale di Bordighera.

Il fatto che il Partito Democratico abbia ritenuto fondamentale 
indicarla nel prestigioso ruolo di capolista al Senato, oltre a 
garantire una rappresentanza parlamentare al ponente ligure, sancisce 
l'importanza riconosciuta alle tematiche della legalità e alla lotta 
contro la criminalità organizzata, già affermata con la scelta di 
candidare l'ex procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso nelle liste 
del PD.

Voglio ricordare che Donatella Albano è stata scelta come Presidente 
provinciale del partito durante il congresso che, alcuni anni fa, mi 
elesse Segretario provinciale.

Insieme abbiamo cominciato una gestione improntata alla trasparenza e, 
io stesso, ho ritenuto importante che, in occasione dell'ultimo 
congresso provinciale, Donatella Albano venisse riconfermata nel ruolo 
di Presidente.

Questo, anche per rafforzare la sua battaglia contro le 
mafie, che l'ha vista vittima di minacce da parte dei "clan".
Voglio congratularmi con Donatella Albano per il grande riconoscimento, 
da Lei ottenuto, che è un risultato di straordinaria importanza per 
tutto il centrosinistra provinciale.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo