lunedì 17 febbraio 2020
06.07.2012 - Redazione

PRC Golfo Dianese: “Una al mese, la nuova trovata della maggioranza dell’amministrazione Chiappori”.

“Ebbene si, una conferenza stampa al mese. Se qualcuno sperava che vi potesse essere un confronto con i cittadini eccolo accontentato: la nuova linea di confronto è ad unica esclusiva dei media. A quanto pare l’Amministrazione Chiappori ritiene più importante l’opinione della stampa di quella dei cittadini: sembra –scrivono nella nota gli esponenti di Rifondazione Comunista di Diano Marina- quasi che alle prossime elezioni verranno chiamati alle urne solo i giornalisti”.

Questo, in sintesi, è il contenuto della nuova svolta amministrativa di Diano Marina: a cadenza mensile si terrà una conferenza stampa. In questo evento propagandistico, però, non viene mai chiarito a fondo quanto fatto, quanto solo promesso e quanto si farà. Si sorvola, soprattutto, sull’essenziale questione dei tempi di esecuzione e non si evidenzia quanto non si fa o non si può fare perché mancano i fondi.

Ma non è della “mediofilia” di Chiappori che vogliamo parlare: se l’Onorevole volesse presenziare tutte le sere a “Porta a Porta”, con un plastico del municipio di Diano Marina, non troverebbe un picchetto davanti ai cancelli RAI ad impedirgli l’accesso.

Quanto ci preme segnalare, invece, è il problema della prosecuzione dei lavori per la costruzione dell’antenna di ripetizione del segnale telefonico vicino al campo sportivo. Il fatto che sul territorio comunale vi siano già altre cinque ripetitori autorizzati da amministrazioni precedenti non è una scusante valida per aggiungerne un sesto a casaccio, solo per far cassa, soprattutto in mancanza di un piano per le antenne di telefonia mobile, già realizzato da altri comuni, che tenga in considerazione per prima cosa la salute dei cittadini.

Vogliamo aiutare i nostri amministratori –scrivono dalla segreteria del PRC- suggerendo loro che in altri luoghi, come soluzione a basso impatto, le antenne sono tate poste lungo il percorso dell’autostrada, principalmente per approfittare della fascia di rispetto (inedificabile) già esistente.

Sarebbe poi opportuno che la Giunta Comunale stabilisse, al proprio interno, una linea di comportamento univoca: l’affermazione fattaci dal vice sindaco la scorsa settimana, mentre distribuivamo volantini per informare la cittadinanza della decisione della giunta comunale (vedi delibera n. 46 dell’8 giugno 2012), è stata quella che l’impianto non si farà, perché era arrivato il parere tecnico contrario a quell’antenna. Peccato che forse il nostro amministratore abbia dimenticato che il parere tecnico deve essere recepito prima di qualsiasi deliberazione.

-Infine PRC afferma- Quanto stia a cuore all’Amministrazione la tutela della salute e dell’incolumità di residenti e turisti lo abbiamo già potuto vedere nel caso della strada ex-statale 449, meglio nota come “Incompiuta”, dove un gargantuesco parcheggio, dal quale occorrono circa 20 minuti di marcia per raggiungere il centro, è stato “appiccicato” sopra un percorso pedonale e ciclabile che avrebbe potuto essere il fiore all’occhiello di Diano Marina, causando un intreccio di flussi di traffico non certo apprezzabile.

E quanto stia a cuore a questo governo cittadino la trasparenza delle procedure lo si è visto con la nomina, a nostro avviso incompatibile, dell'amministratore della GM S.p.A.

Non vogliamo dare colpe all’uno o all’altro per la conduzione di Diano Marina: chiediamo solo che si faccia chiarezza, sia sul tema del ripetitore telefonico che sugli sviluppi della questione GM.

-Il Circolo Dianese di PRC informa che da venerdì 6 luglio partirà una raccolta firma- per richiedere una seduta di Consiglio Comunale straordinaria e aperta, nel quale si possa esprimere anche la popolazione, e dove non si assista solo a un battibecco tra amministratori e giornalisti. Questo a noi pare un corretto utilizzo della democrazia partecipata.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

Circolo Dianese

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo