sabato 22 luglio 2017
04.03.2013 - REDAZIONE

Regione: pronto a partire "piano marketing" nel campo turistico

Sarà aperto alla collaborazione dei cittadini, dei turisti, degli operatori, il nuovo piano di marketing 2013 per il turismo dell’Agenzia In Liguria che sarà presentato a Milano ai primi di marzo.

Con al centro un “Wiki brand”, proprio come l’enciclopedia multimediale  Wikipedia scritta in rete con il contributo di tanti volontari, attraverso il cosidetto metodo “ bottom-up”

“ Perché una destinazione  è tanto più forte quanto  è capace  di far parlare  si sé, non conta il numero dei contatti quanto il numero dei coinvolgimenti”,  ha spiegato l’assessore regionale Angelo Berlangieri, in una conferenza stampa in mattinata alle Blend Tower di Milano, insieme con il direttore dell’agenzia di promozione turistica “In Liguria”.

Un piano marketing che parte dal basso” nel senso che il brand è dei liguri, degli operatori, dei turisti che vengono in Liguria e va costruito partendo dalla loro collaborazione e  partecipazione perchè deve diventare un elemento di fondo della cultura e del modo di essere e di vivere dei liguri  e di chi viene a fare una vacanza. Un elemento di identità che da valore all’identità dei luoghi”, ha detto l’assessore.

Berlangieri, a margine della conferenza stampa, è tornato anche sulla proposta governativa di togliere le competenze esclusive sul turismo alle regioni. “Più che un intervento chirurgico sul  Titolo V della Costituzione, come lo ha definito il ministro della  Pubblica Amministrazione Filippo Patroni Griffi, sarebbe un intervento inutile”, ha detto l’assessore d’accordo invece a creare un coordinamento con lo Stato e altre iniziative.

“Sarebbe come portare indietro le lancette per poi non risparmiare un euro, visto che i trasferimenti dello Stato alle Regioni equivalgono a zero, sarebbe meglio invece che il futuro governo ponesse il turismo, con il peso che rappresenta nel Pil, al centro delle politiche economiche di sostegno”.

La promozione turistica 2013 del wiki brand Liguria, in particolare nei mercati esteri, e nei Paesi di lungo raggio non sarà mai separata, disgiunta, dal brand Italia. Per la Regione Liguria non avrebbe senso organizzare missioni senza gli operatori in grado di promuovere con forza il prodotto-Italia.

“Gli assessori che viaggiano per incontrano persone alle quali lasciare qualche depliant per poi raccontare al ritorno in Liguria come sono stati bravi, non servono più.

Promuovere la Liguria sotto l’”ombrello” del marchio Italia significa poter far leva e valorizzare un immaginario affermato e diffuso in cui l’Italia è già nota e ambita per una pluralità di motivazioni che il turista può ritrovare anche in Liguria, dalla storia, all’identità, al mare, all’ambiente, alla cultura” ha affermato l’assessore al Turismo della Regione Liguria Angelo Berlangieri, a margine dell’incontro “Il turismo internazionale in Italia , dati e analisi”, promosso, nel pomeriggio, dalla Banca d’Italia, nella sede di Genova.

 Il brand Italia può quindi essere per la Liguria il “lasciapassare” anche per i Paesi in cui, per dimensioni, è poco o per niente conosciuta. E anche nella comunicazione il marchio Liguria sarà sempre associato, nei limiti del possibile, all’Italia, mentre la promozione dei marchi territoriali della Liguria (Golfo dei Poeti, Cinque Terre, Tigullio, Genova e Genovesato, Riviera Palme, Riviera dei Fiori) sarà sempre fatta in sinergia con il brand.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo